Home Ufficio del Presidente Ufficio del Primo Ministro I ministri Il Parlamento La Costituzione NSS La Polizia Somala Somalo AmbasciateA-Z Somalo News Università Contattaci Governo Liste Webmail Nazioni Unitee-mail me

La Costituzione


 

APPENDICE

LA COSTITUZIONE

Questa è la versione ufficiale della Costituzione della Repubblica islamica democratica della Somalia emanata il 1 ° luglio, 1960

modificato fino al 31 dicembre 1963. Essa sostituisce

ogni testo inglese precedentemente pubblicato.

La Costituzione è stata pubblicata nel Bollettino ufficiale

N. 1 del 1 ° luglio 1960.

LA COSTITUZIONE

DEL

SOMALI RFPUBLIC

IL PRESIDENTE DELL 'ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Nella sua veste di presidente provvisorio della Repubblica:

Dopo aver visto la decisione della Assemblea Costituente del 21

Giugno 1960, che approva la Costituzione della Repubblica somala;

Dopo aver visto i primi articoli della transitorie e finali

0 £ disposizioni della Costituzione;

Visto il punto 1 del terzo articolo del transitorio

e finali della Costituzione;

DICHIARA PROMULGA

Costituzione della Repubblica somala nel testo seguente:

PREAMBOLO

IN NOME DI DIO

Misericordiosa e benefici

IL Somali people

CONSAPEVOLI del sacro diritto di se1f-determinazione dei popoli

solennemente consacrati nella Carta delle Nazioni Unite;

FERMAMENTE deciso di consolidare e proteggere l'indipendenza del

la nazione somala e il diritto alla libertà del suo popolo, in una democrazia

basato sulla sovranità del popolo e sulla parità di diritti e di

doveri di tutti i cittadini;

DETERMINATE a cooperare con tutti i popoli per il consolidamento

della libertà, della giustizia e della pace nel mondo, e in particolare con quelli

popoli con cui essi sono legati dalla storia, la religione, la cultura e la

prospettive politiche per la creazione di un futuro migliore;

A COSTITUIRE ESSI STESSI in un unitario, sovrano e

Repubblica indipendente, stabiliscono come base dell'ordinamento giuridico e sociale

ordinanza del somalo Nazione seguente:

.

COSTITUZIONE

PARTE I

DISPOSIZIONI GENERALI

Articolo 1

La Repubblica

1. La Somalia è uno indipendente e pienamente sovrano membro. Si tratta di un

rappresentativo, democratico ed unitario Repubblica. Il Somali people è uno

e indivisibile.

2. La sovranità appartiene al popolo, che esercita nel

forme stabilite dalla Costituzione e dalle leggi. Nessuna parte del popolo

né alcun individuo può rivendicare la sovranità né si assume il diritto di esercitare

esso.

3. L'Islam è la religione di Stato.

4. La bandiera nazionale deve essere di colore azzurro, di forma rettangolare, e

avere una stella bianca con cinque punti pari blasonate nel suo centro.

5. L'emblema della Somalia è composto da uno scudo azzurro

con un oro e di frontiera deve recare un argento stella a cinque punte. Il

scudo, sormontato da un emabattlement con cinque punti di moresco

stile, i due laterali punti dimezzati, sono sostenute da due leopardi rampante

in forma naturale di fronte all'altro, poggiato su due lance attraversamento sotto la

il punto di scudo, con due foglie di palma in forma naturale interlacciato

con un nastro bianco.

Articolo 2

Il Popolo

1. La popolazione è costituita da tutti i cittadini.

2. Le modalità di acquisizione e perdita della cittadinanza deve essere stabilito dal

legge.

3. Nessuna persona può essere negata la cittadinanza o privati per la stessa

motivi politici.

Articolo 3

L'uguaglianza dei cittadini

Tutti i cittadini, senza distinzione di razza, origine nazionale, la nascita,

lingua, religione, sesso, status sociale o economico, o il parere, deve avere

parità di diritti e doveri davanti alla legge.

Articolo 4

Territorio dello Stato

1. Il territorio nazionale è sacra e inviolabile.

2. La sovranità territoriale si estende al territorio continentale,

le isole, il mare territoriale, il sottosuolo, lo spazio aereo sopra e la

piattaforma continentale.

3. Qualsiasi modifica del territorio nazionale, deve essere autorizzato da un

legge approvata da una maggioranza di quattro quinto dei membri dell'Assemblea Nazionale

Assemblea.

4. La legge determina le parti del territorio e la proprietà

che appartengono allo Stato e agli enti pubblici, e di stabilire il diritto

stato della stessa.

Articolo 5

Supremazia della legge

1. L'organizzazione dello Stato e le relazioni tra le

Stato e di altre persone, enti pubblici o privati, è disciplinata dalla legge.

2. Gli atti amministrativi in contrasto con la legge e gli atti legislativi al contrario

la Costituzione può essere invalidata, su iniziativa della parte interessata

in conformità con le disposizioni della Costituzione.

Articolo 6

La Repubblica in ordine internazionale

1. Le norme generalmente riconosciute del diritto internazionale e internazionali

debitamente trattati conclusi dalla Repubblica e pubblicato secondo le modalità

prescritte per gli atti legislativi devono avere la forza di legge.

2. La Repubblica ripudia la guerra come mezzo di risoluzione delle internazionali

controversie.

3. Si accetta, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni sul suo

sovranità necessarie per l'istituzione di un sistema per assicurare la pace

fra le nazioni.

4. La Repubblica promuove somalo, con mezzi pacifici e legali, la

unione di somalo territori e favorire la solidarietà tra i popoli

il mondo, e in particolare tra i popoli africani e islamici.

Articolo 7

Diritti Umani

Le leggi della Repubblica somala deve rispettare, in quanto applicabili, con

i principi della Dichiarazione universale dei diritti umani £ 0 adottata dal

l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948.

PARTE II

DIRITTI FONDAMENTALI E DOVERI DEL CITTADINO

Articolo 8

Diritto di voto

1. Ogni cittadino che possiede i requisiti richiesti dalla legge

hanno il diritto di voto.

2. Il voto è personale, uguale, libero e segreto.

Articolo 9

Diritto di accesso ai pubblici Offerta

Ogni cittadino che possiede i requisiti richiesti dalla legge

devono essere ugualmente ammissibili per una carica pubblica.

Articolo 10

Diritto di petizione

1. Ogni cittadino ha il diritto di presentare petizioni scritte al

Presidente della Repubblica, l'Assemblea nazionale e il governo.

2. Ogni petizione, che non è manifestamente infondata è

esaminato.

Articolo 11

Diritto di soggiorno

1. Ogni cittadino ha il diritto di soggiornare e circolare liberamente in qualunque

parte del territorio dello Stato e non devono essere sottoposti ad espulsione.

2. Ogni cittadino ha il diritto di lasciare il territorio dello Stato

e per tornare ad esso.

Articolo 12

Diritto di associazione politica

1. Ogni cittadino ha il diritto di associarsi in partiti politici,

senza previa autorizzazione, al fine di co-operative

democraticamente e pacificamente nella definizione della politica nazionale.

2. I partiti politici e associazioni che sono segrete, hanno un

organizzazione di carattere militare o che hanno un tribale denominazione deve essere

vietata.

Articolo 13

Diritto di formare sindacati

1. Ogni cittadino ha il diritto di formare sindacati e di aderire

per la difesa dei propri interessi economici.

2. I sindacati hanno organizzato secondo i principi democratici devono essere

considerate persone giuridiche in base alla legge.

3. I sindacati di essere persone giuridiche possono negoziare contratti collettivi

contratti di lavoro vincolanti per i loro membri.

Articolo 14

Diritto di iniziativa economica

1. Ogni cittadino ha il diritto di iniziativa economica all'interno della

quadro delle leggi.

2. La legge può controllare l'esplorazione delle risorse economiche di

il territorio dello Stato.

Articolo 15

Dovere di lealtà verso la Patria

1. Ogni cittadino deve essere leali verso lo Stato.

2. La difesa della patria è dovere di ogni cittadino.

3. Il servizio militare è disciplinato dalla legge.

PARTE III

DIRITTI FONDAMENTALI E FUNZIONI DI MAN

TITOLO I

Diritto alla libertà

Articolo 16

Diritto alla vita e alla integrità personale

1. Ogni persona ha il diritto alla vita e alla integrità personale.

2. Arbitraria limiti di tali diritti non può essere stabilito.

3. La legge può prescrivere la pena di morte solo per i crimini più gravi

contro la vita umana o la personalità dello Stato.

Articolo 17

Libertà personale

1. Ogni persona ha il diritto di libertà personale.

2. Soggezione a qualsiasi forma di schiavitù o di servitù è punibile

come un reato.

3. Nessuna persona può essere sottoposto ad alcuna forma di detenzione o altri

restrizione della libertà personale, salvo quando fermate in

flagranza di reato o in virtù di un atto della competente autorità giudiziaria

competente, indicando i motivi della stessa, nei casi e nel

secondo le modalità prescritte dalla legge.

4.

5.

6.

7.

8.

9.

10.

11.

12.

13.

4. In caso di urgente necessità, espressamente definite dalla legge, la

autorità amministrativa competente può adottare provvedimenti provvisori, che

deve essere comunicata senza indugio all'autorità giudiziaria competente

e confermato da esso entro il termine e secondo le modalità previste dalla legge,

in mancanza della quale tali misure devono essere considerate sono state revocate e

sono nulle.

5. In ogni caso di detenzione o ad altre restrizioni della libertà personale, la

ragioni per la misura deve essere comunicato alla persona interessata

senza indugio.

6. Nessuna persona può essere sottoposto a misure di sicurezza, tranne nei

casi e secondo le modalità previste dalla legge e in base ad un atto del

competente, indicando i motivi della stessa.

7. Nessuna persona può essere sottoposta a ispezione o perquisizione personale

tranne nei casi e secondo le disposizioni di cui ai paragrafi 3, 4

e 5, e in altri casi, come prescritto dalla legge per l', giudiziarie, sanitarie o

ragioni di carattere fiscale, e secondo le modalità che le hanno ispirate. In ogni caso, la

se1f-morale, il rispetto e la dignità della persona interessata deve essere preservato.

Articolo 18

Garanzie nei casi di restrizione della libertà personale

Ogni violenza fisica o morale nei confronti di una persona soggetta a

restrizione della libertà personale, deve essere punito come un reato.

Articolo 19

Estradizione e di asilo politico

1. L'estradizione può essere concessa solo nei casi e secondo le modalità

prescritto dalla legge, l'oggetto, in tutti i casi, a priori internazionale

convenzione.

2. Nessuna persona può essere sottoposta a estradizione per reati politici.

3. Ogni straniero perseguito nel suo paese per reati politici hanno

il diritto di asilo nel territorio dello Stato nei casi e alle

condizioni previste dalla legge.

Articolo 20

Limiti di servizio personalizzato e di proprietà Levy

Nessun dato personale di servizio di proprietà o prelievo può essere imposto, salvo nei

conformità con la legge.

Articolo 21

La libertà di domicilio

1. Ogni persona è il diritto alla inviolabilità del proprio domicilio.

2. Nessun controllo, di ricerca o il sequestro deve essere effettuata nel domicilio

o in qualsiasi altro luogo riservato per uso personale, tranne nei casi e

ai sensi delle disposizioni di cui ai paragrafi 3, 4 e 5 dell'articolo 17 e

in altri casi, come prescritto dalla legge a fini giudiziari, in modo

prescritto che le hanno ispirate.

Articolo 22

La libertà di corrispondenza

1. Ogni persona ha diritto alla libertà e alla segretezza delle scritte

corrispondenza e di ogni altro mezzo di comunicazione.

2. Limitazioni al riguardo possono essere imposti solo nei casi e alle

le disposizioni di cui ai paragrafi 3, 4 e 5 dell'articolo 17 e in

altri casi, come prescritto dalla legge a fini giudiziari, in modo

prescritto che le hanno ispirate.

Articolo 23

Uguaglianza sociale

Tutte le persone sono uguali in dignità sociale

Articolo 24

Proprietà

1. Il diritto di proprietà deve essere garantita dalla legge, che definisce

le modalità di acquisizione e dei limiti di godimento della stessa o la £

fine di garantire la sua funzione sociale.

2. Proprietà può essere espropriata solo per motivi di interesse pubblico

e secondo le modalità previste dalla legge, in cambio di un equo e tempestivo

compensazione.

Articolo 25

La libertà di assemblea

.

1. Ogni persona ha il diritto di riunirsi in modo pacifico

per un tranquillo fine.

2. La legge può prevedere che il preavviso di incontri pubblici da

dato alle autorità. Le riunioni possono essere vietata solo per ragioni di

salute pubblica, la sicurezza, la moralità, l'ordine o la sicurezza.

Articolo 26

Libertà di associazione

1. Ogni persona ha il diritto di formare associazioni

w1thout autorizzazione.

2. Nessuna persona può essere costretto a far parte di un associazione di qualsiasi tipo o

di continuare ad appartenere ad esso.

3. Associazioni segrete o quelle aventi uno dei militari

carattere è vietata.

Articolo 27

Diritto di sciopero

1. Il diritto di sciopero è riconosciuto e può essere esercitato entro il

limiti prescritti dalla legge. Qualsiasi atto che tende a discriminare, o per

limitare il libero esercizio dei diritti sindacali è vietata.

Articolo 28

Libertà di opinione

1. Ogni persona ha il diritto di esprimere liberamente la propria opinione

in qualsiasi modo, fatte salve eventuali limitazioni che possono essere prescritti dalla legge

ai fini della tutela della morale e la sicurezza pubblica.

2. Espressioni di opinione non può essere oggetto, ad autorizzazione preventiva

o censura.

Articolo 29

Libertà di Religione

Ogni persona ha diritto alla libertà di coscienza e di

di professare liberamente la propria religione e di culto è soggetta ad alcuna

limitazioni che possono essere prescritti per legge ai fini della

tutela della morale, la salute pubblica o l'ordine. Tuttavia, essa non deve essere

ammissibile per diffondere o propagandare qualsiasi religione diversa dalla religione

di Islam (*). [Nota (*): come modificata dalla legge n. 16 del 29 giugno 1963]

Articolo 30

Personali Stato

1. Ogni persona ha il diritto di uno status personale a norma

con le sue rispettive legislazioni o doganali.

2. Il personale è stato di musulmani disciplinate dalle disposizioni generali

principi della Sharia islamica.

TITOLO III

Diritti sociali

Articolo 31

Protezione della famiglia

1. La famiglia fondata sul matrimonio, come l'elemento fondamentale di

società, deve essere protetta dallo Stato.

2 I genitori devono fornire per il sostegno, l'educazione e istruzione di

i loro figli, come richiesto dalla legge.

3. La legge prevede per il compimento degli obblighi di cui

al punto precedente, in caso di morte dei genitori e ogni volta,

a causa di incapacità o di altro tipo, i genitori non eseguire.

4. I bambini che sono pieni di età sono tenuti a sostenere i loro genitori

quando questi ultimi non sono in grado di provvedere a sé stessi.

5. Lo Stato si impegna a proteggere la maternità e l'infanzia e promuovere

le istituzioni necessarie per questo scopo.

6. Lo Stato deve riconoscere la protezione dei bambini di sconosciuti

genitori, come suo dovere.

Articolo 32

Welfare Istituzioni

Lo Stato deve promuovere e favorire la creazione di benessere

istituti per persone affette da minorazioni fisiche e bambini abbandonati.

Articolo 33

Protezione della sanità pubblica

Lo Stato deve tutelare la salute pubblica e promuovere la libera medici

assistenza per le persone indigenti.

Articolo 34

La tutela della moralità pubblica

Lo Stato deve tutelare la moralità pubblica, secondo le modalità prescritte

dalla legge.

Articolo 35

Istruzione

1. Lo Stato deve favorire l'istruzione, come un fondamentale

interesse della comunità, e prevedono la creazione di scuole statali

aperta a tutti.

2. L'istruzione primaria nelle scuole pubbliche è gratuita.

3. La libertà di insegnamento deve essere garantita dalla legge.

4. Le organizzazioni e gli individui hanno il diritto di stabilire, in

conformità con la legge e senza sostegno finanziario da parte dello Stato, le scuole

e le istituzioni educative.

5. Scuole private e istituti di istruzione possono avere una parità di

stato membro, con scuole e istituzioni, alle condizioni stabilite

dalla legge.

6. Insegnamento di Islam è obbligatoria per gli alunni di fede islamica in

primaria e secondaria scuole statali e nelle scuole con una parità di

stato. Insegnamento del Santo Corano è un elemento fondamentale nella primaria

e le scuole secondarie di Stato per i musulmani.

7. Istituti di istruzione superiore deve avere, proprio ~ utono me -

organizzazione, entro i limiti prescritti dalla legge.

Articolo 36

Tutela del Lavoro

1. Lo Stato deve proteggere e incoraggiare il lavoro in tutte le sue forme e

applicazioni.

2. Lavoro forzato e obbligatorio di qualsiasi tipo sono vietate. Il

casi in cui il lavoro può essere ordinata per necessità militare o civile o

in virtù di una condanna penale, deve essere pre-descritto dalla legge.

3. Ogni lavoratore ha il diritto di ricevere, senza alcun

discriminazione, parità di retribuzione per lavoro di pari valore, al fine di garantire uno

esistenza coerente con la dignità umana.

4. Ogni lavoratore ha diritto al riposo settimanale e ferie annuali

con la retribuzione; egli non deve essere costretta a rinunciarvi.

5. La legge stabilisce la durata massima del lavoro e la

età minima per i vari tipi di lavoro e garantire che i minori

lavoro e le donne solo in condizioni adeguate.

.

6. Lo Stato deve tutelare l'integrità fisica e morale del

lavoratori.

Articolo 37

Sicurezza sociale e assistenza

1. Lo Stato deve promuovere la sicurezza sociale e assistenza per legge.

2. Lo Stato deve garantire ai propri dipendenti civili e militari, la

diritto alla pensione, ma anche di garantire, in conformità con la legge, l'assistenza

in caso di incidente, malattia o di inabilità al lavoro.

TITOLO III

Garanzie giudiziarie

Articolo 38

Diritto di agire in giudizio

Ogni persona ha il diritto di agire in giudizio,

in condizioni di piena parità, davanti a un tribunale regolarmente costituito.

Articolo 39

La protezione contro gli atti della pubblica amministrazione

La tutela giurisdizionale contro gli atti della pubblica amministrazione deve essere

consentito in tutti i casi, secondo le modalità e con gli effetti previsti dalla legge.

Articolo 40

Responsabilità civile dello Stato per atti di

i suoi funzionari e dipendenti

1. Chi subisce danni da atti o omissioni in violazione di

i suoi diritti da parte dei funzionari o dipendenti dello Stato o di enti pubblici nel

svolgimento delle loro funzioni, hanno il diritto di ottenere un risarcimento

da parte dello Stato o gli enti pubblici interessati.

2. La penale, civile e responsabilità amministrativa dei funzionari e degli

dipendenti per gli atti o le omissioni di cui al precedente paragrafo

è disciplinata dalla legge.

Articolo 41

Diritto di difesa

1. Il diritto di difesa deve essere consentito in ogni fase del legale

procedimento.

2. Lo Stato deve garantire, alle condizioni e secondo le modalità

prescritto dalla legge, il gratuito patrocinio per i poveri.

Articolo 42

Natura non retroattività del diritto penale

Nessuna persona può essere condannato per un atto che non è stato punito

come un reato ai sensi della legge in vigore al momento in cui è stata commessa;

né può essere uno più pesante punizione inflitta da quello applicabile a tale

tempo.

Articolo 43

Responsabilità penale

1. Passività penale è personale. Qualsiasi ind collettivi

la pena deve essere vietato.

2. L'imputato si presume innocente fino a quando la condanna è

divenuta definitiva.

Articolo 44

Scopo sociale della repressione

Pene restrittive della libertà personale, non devono essere composte di

trattamento contrario al senso di umanità o di essere tali da ostacolare la

riabilitazione morale della persona.

Articolo 45

Esecuzione delle sanzioni

Vigilanza sulla esecuzione della pena e la sicurezza

misure deve essere esercitato dal giudice competente a norma

legge.

Articolo 46

Riparazione degli errori giudiziari

Le condizioni e la procedura per la riparazione di errori giudiziari

deve essere prescritta dalla legge.

TITOLO IV

Doveri verso lo Stato

Articolo 47

Obbligo di osservare la Costituzione e le leggi

Ogni persona deve osservare lealmente la Costituzione e le leggi di

dello Stato.

Articolo 48

Obbligo di pagare le tasse

1. Ogni persona deve contribuire alla spesa pubblica in base al

la sua capacità di pagare.

2. Un sistema di tassazione basato sui principi della giustizia sociale deve essere

stabiliti dalla legge.

PARTE IV

ORGANIZZAZIONE DELLO STATO

TITOLO I

L'Assemblea Nazionale

SEZIONE I

Organizzazione della Assemblea Nazionale

Articolo 49

Potere legislativo

La potestà legislativa è esercitata dallo Stato.

Articolo 50

La dottrina dell'Islam nella legislazione

La dottrina dell'Islam è la principale fonte delle legislazioni degli

Stato.

Articolo 51

Assemblea Nazionale

1. L'Assemblea nazionale è composta di deputati eletti dal

persone a suffragio universale, libero, diretto e segreto, e dei deputati di

destra.

2. Il numero dei deputati e il sistema elettorale è

stabiliti dalla legge.

3. Ogni cittadino ha il diritto di voto e che nel corso della

elezioni ha prestato almeno venticinque anni di età sono ammissibili

per essere un sostituto. La legge prescrive i motivi di ineleggibilità e

incompatibilità con l'adesione dell'Assemblea Nazionale.

4. Chi è stato Presidente della Repubblica deve diventare un sostituto per

vita di diritto, in aggiunta ai deputati eletti, a condizione che egli non ha

stato condannato per uno dei reati di cui al paragrafo 1 dell'articolo

76.

Articolo 52

Termine di Office e Elezioni

I. Ogni legislatore sono eletti per un periodo di cinque anni a decorrere dalla

la proclamazione dei risultati elettorali. Qualsiasi modifica di questo termine di

ufficio non ha alcun effetto sulla durata della legislatura durante la quale

tale decisione è presa.

2. La data per le elezioni per la nuova Assemblea è fissato dalla

Presidente della Repubblica e si svolge nel corso degli ultimi trenta giorni di

il legislatore in sessione.

3. La nuova Assemblea si riunisce per la prima volta, entro trenta giorni dalla data di

proclamazione del risultato elettorale.

Articolo 53

Scioglimento della Assemblea

1. L'assemblea può essere sciolto prima della fine del suo mandato

dal Presidente della Repubblica, sentito il parere del Presidente

dell 'Assemblea, ogni volta che non può espletare le sue funzioni o scarichi

in modo pregiudizievole per il normale esercizio di attività legislativa.

2. Con lo stesso decreto sciogliere l'assemblea, il presidente del

Repubblica fissa la data per le nuove elezioni, e le elezioni si

avvenire entro sessanta giorni dalla data di scioglimento.

3. N. scioglimento si svolgerà durante il primo anno in carica del

Assemblea, né durante l'ultimo anno in carica del Presidente della

Repubblica.

4. L'Assemblea uscente mantiene i suoi poteri in tutti i casi fino al

proclamazione del risultato elettorale per la nuova Assemblea.

Articolo 54

Sessioni dell'Assemblea

1. L'Assemblea deve tenere due sessioni annuali di iniziare,

rispettivamente, nei mesi di aprile e ottobre.

2. L'assemblea può essere convocata in sessione straordinaria per la sua

Presidente, o su richiesta del Presidente della Repubblica, o del

Governo, o di un quarto dei deputati.

Articolo 55

Organizzazione

1. Nella sua prima riunione, l'Assemblea nazionale elegge, tra i

i deputati, un presidente, uno o più Vice-Presidenti e gli altri

membri dell'ufficio di presidenza.

2. Legge e ordine in Assemblea deve essere mantenuta dal

Assemblea stessa attraverso il suo Presidente o chi agisce in sua vece,

in conformità delle norme o procedura.

3. Le riunioni 0 £ l'Assemblea deve essere pubblico. In casi eccezionali,

solo, l'Assemblea può decidere di riunirsi in camera di consiglio, su richiesta di

il suo Presidente, o su richiesta del Presidente della Repubblica, o del

Governo, o di non meno di trenta deputati.

4. La decisione dell 'Assemblea è valida a meno che non l'assoluta

maggioranza dei deputati, senza contare i posti dichiarati vacanti, sono

regalo.

5. Tutte le decisioni sono prese da un voto della maggioranza di coloro

presenti, eccetto quando una maggioranza speciale è previsto dalla Costituzione o

dalla legge.

6. N. proposta respinta con l'Assemblea può essere re-introdotto fino

sei mesi dopo il rifiuto.

Articolo 56

La partecipazione dei ministri e segretari Sottosegretario di Stato

1. Ai ministri e segretari-hanno il diritto di partecipare alla

riunioni dell'Assemblea e dei comitati e di prendere parte al

discussione. Funzionari ed esperti, al

richiesta dei Ministri, può anche partecipare a tali riunioni e di essere ascoltati

2. Ai ministri e segretari, essere presenti alle riunioni, se

richiesta da parte dell'Assemblea.

Articolo 57

Regole di procedura

Salvo quanto diversamente previsto dalla Costituzione, il comportamento di

affari in Assemblea è disciplinato dalle norme di procedura

approvato dalla Assemblea, su proposta del suo Presidente o di almeno

cinque deputati.

Articolo 58

Deputati

1. Ogni deputato rappresenta il popolo ed esercita le sue funzioni

senza essere vincolati da alcun mandato.

2. Su assumendo le sue funzioni, ogni deputato deve adottare le seguenti

giuramento di fedeltà allo Stato prima della Assemblea: «In nome di Dio, io

Giuro che mi scarico fedelmente tutte le mie funzioni nell'interesse della

persone e rispettare la Costituzione e le leggi ».

3. Deputati non deve essere perseguito per fatti di cui, i pareri

o dei voti espressi nell'esercizio delle loro funzioni.

4. Senza l'autorizzazione dell'Assemblea, senza penali

ricorsi devono essere proposti nei confronti di un deputato, né uno

vice essere arrestato o altrimenti privato della libertà personale, né la sua

persona o di domicilio essere sottoposti alla ricerca, tranne in caso di flagranza

delicto per un reato per il quale il mandato o l'ordine di arresto è

obbligatorio, non deve essere posto sotto arresto o di detenzione in esecuzione di

una frase, anche se essa è divenuta definitiva.

5. Nei casi diversi da quelli che comportano un procedimento penale, un ricorso

possono essere prese nei confronti di un deputato in conformità alla legge, senza

autorizzazione dell 'Assemblea.

6. Deputati in carica ha il diritto di ogni giorno e il trattamento economico

seduta indennità stabilita dalla legge.

Articolo 59

Decisioni relative alla validità delle qualifiche e dei titoli dei Deputati

1. La Corte suprema ha giurisdizione sulle petizioni

rimettere in discussione la qualificazione dei deputati.

2. Petizioni, indicando i motivi della stessa, può essere presentata da qualsiasi cittadino,

che è un elettore, entro trenta giorni. proclamazione delle liste elettorali

risultati o del verificarsi della causa di ineleggibilità o incompatibilità.

3. La Corte suprema si prende una decisione entro novanta giorni dalla

la data di scadenza del termine stabilito per la presentazione di petizioni.

4. Quando un deputato cessa di esercitare le sue funzioni, il suo posto deve essere

dichiarato vacante da parte dell'Assemblea e deve essere compilato secondo le modalità

prescritto dalla legge:

SEZIONE II

Preparazione delle leggi e delle altre funzioni

dell'Assemblea Nazionale

Articolo 60

Presentazione e discussione del progetto di legge

1. Ogni deputato, il Governo o di almeno 10.000 elettori, hanno

il diritto di presentare progetti di legge per l'Assemblea nazionale.

2. L'esercizio di iniziativa popolare è disciplinata dalla legge, e

non si riferiscono a questioni di tassazione.

3. Prima della discussione in Assemblea, ogni progetto di legge deve essere

esaminato da una commissione parlamentare che si presenti uno o più

relazioni in merito al Assemblea.

4. L'Assemblea deve discutere ogni progetto di legge in conformità delle

regole di procedura. Si procede alla votazione su di essa articolo per articolo, e alla fine

procede alla votazione sulla proposta di legge nel suo complesso.

Articolo 61

Promulgazione e pubblicazione

1. Ogni legge approvata dalla Assemblea deve essere promulgata dal

Presidente della Repubblica entro sessanta giorni dalla sua approvazione.

2. Qualora l'Assemblea si dichiara, a maggioranza assoluta dei suoi

membri, che vi è una necessità urgente, una legge deve essere promulgata

entro il termine fissato dalla Assemblea, a condizione che tali

tempo indeterminato non deve essere inferiore a cinque giorni.

3. Entro il termine fissato per la promulgazione, il Presidente della

Repubblica può trasmettere per l'assemblea di un messaggio, indicando i motivi

della stessa, chiedendo che la legge essere riconsiderato.

4. Se l'Assemblea approva tale legge di nuovo da un terzo a due

maggioranza, il Presidente della Repubblica deve promulgare entro trenta

giorni dalla data di approvazione.

5. Ogni legge approvata dalla Assemblea e promulgata dal Capo

dello Stato deve essere pubblicato nella Gazzetta Ufficiale ed entra in

vigore il quindicesimo giorno successivo alla sua pubblicazione, a meno che la legge

disponga altrimenti.

Articolo 62

Delegazione del potere legislativo

1. L'Assemblea può delegare al governo il potere di emettere,

su specifici temi o questioni e per un periodo limitato, le disposizioni aventi

£ 0 la forza del diritto. Nella delega, l'Assemblea può stabilire le

politica e direttive.

2. Le disposizioni adottate nel quadro di un potere di delega deve essere rilasciata con decreto

del Presidente della Repubblica su proposta approvata dal Consiglio di

Ministri.

Articolo 63

Decreto-legge

1. In caso di urgente necessità, il Governo può emanare temporanea

disposizioni aventi forza di legge. Tali disposizioni devono essere rilasciati da

decreto del Presidente della Repubblica, su

proposte approvate dal Consiglio dei ministri, e, entro i cinque

giorni dalla data della loro pubblicazione, dovrà essere presentata alla Nazionale

Assemblea per la conversione in legge.

2. Se nella sessione, l'Assemblea decide sulla loro conversione in

legge entro trenta giorni dalla data di presentazione, se non di sessione, che si

decide entro trenta giorni dalla sua prima riunione successiva.

3. Disposizioni che non sono convertiti in legge cessa di avere

effetto ab initio, l'Assemblea, tuttavia, può decidere che tale effetto si

cessare in una data diversa e possono disciplinare le conseguenze giuridiche derivanti

dal non-conversione di tali disposizioni.

Articolo 64

Amnesty e Indult

1. Il potere di concedere l'amnistia e indult può essere delegata al

Presidente della Repubblica da una legge approvata dalla Assemblea, da un twothird

maggioranza dei deputati.

2. Amnesty indult e non possono essere concessi in materia di reati

commessi dopo la presentazione del progetto di legge sulla delega di

poteri.

Articolo 65

Fiscalità e Spese

1. L'istituzione, la modifica e la soppressione delle imposte deve essere

effettuata solo dalla legge.

2. Le leggi che comportano nuove o maggiori spese di Stato, deve specificare le

mezzi per soddisfare tali spese.

3. Nel caso di una spesa di continuare per più di un anno,

il mezzo per far fronte a essa può essere limitata al bilancio per l'anno in corso.

Articolo 66

Di bilancio ei conti annuali

1. L'Assemblea approva ogni anno il bilancio di previsione, che

deve essere presentata dal governo, almeno due mesi prima della fine

dell'esercizio finanziario.

2. La legge di approvazione del bilancio non può stabilire nuovi oneri fiscali

e nuove spese.

3. Applicazione provvisoria £ 0 bilancio può essere autorizzato dalla legge per

periodo non superiore a tre mesi in toto.

4. Entro i primi sei mesi di ogni esercizio finanziario, il governo

presenta alla Assemblea, per approvazione, i conti annuali concernenti

al precedente esercizio.

Articolo 67

Trattati internazionali

L'Assemblea si autorizzano con legge la ratifica dei politici,

militare e commerciale di trattati internazionali o dei trattati che comportano

una modifica della legge o gli impegni finanziari non incluse nel

bilancio.

Articolo 68

Stato di guerra

L'assemblea autorizza la dichiarazione di uno stato di guerra e

conferisce al Governo i poteri necessari.

Articolo 69

Potere d'indagine dell 'Assemblea

1. Ogni deputato ha il diritto di porre domande o presentare

interpellations al governo e di proporre proposte per il

Assemblea. Il governo deve rispondere entro venti giorni.

2. L'Assemblea può ordinare indagini attraverso le commissioni

costituito da deputati di tutti i gruppi parlamentari, al fine di

indagare su eventi o situazioni di pubblico interesse. Quando si decide di

Per tale indagine l'Assemblea deve stabilire, entro i limiti

della Costituzione, i poteri della commissione, che può anche nominare

esperti per collaborare con le commissioni.

TITOLO II

Il Presidente della Repubblica

Articolo 70

Elezione

1. Il Presidente della Repubblica è il capo dello Stato e

rappresentano l'unità della nazione.

2. Il Presidente della Repubblica è eletto a scrutinio segreto, da

l'Assemblea nazionale, con una maggioranza di due terzi dei suoi membri sulla

primo e il secondo scrutinio, o dalla maggioranza assoluta dei suoi membri in

turni successivi.

3. Il assumendo le sue funzioni, il Presidente della Repubblica deve prendere

il seguente giuramento di fedeltà allo Stato prima della

Assemblea nazionale: «In nome di Dio giuro che mi scarico

fedelmente tutte le mie funzioni di Presidente della Repubblica e difendere il

Costituzione, con tutte le mie forze l'interesse del Paese e il

Nazione ».

Articolo 71

Qualifiche e dei Titoli per l'ammissione

1. Any Muslim citizen whose father and mother are both original

citizens, and who has the right to vote and is not less than forty five years

of age, shall be eligible to .become President of the Republic. A person

shall not be elected consecutively for more than two terms.

2. The President of the Republic shall not have been married to, nor

shall he marry during his term of office, any woman who is not an original

citizen.

3. The President of the Republic during his term of office shall not

exercise any other public function, except the right to vote, nor shall he

engage in any professional, commercial, industrial or financial activity.

Article 72

Term of Office

1. The term of office of the President of the Republic shall be six

years from the date of his taking the oath. Any modification of this period

shall not apply to the President in office.

2. The President of the National Assembly shall fix the date for the

election of the new President of the Republic. The

election shall take place within thirty days prior to the expiry of the term of

office of the President of the Republic.

3. Where the National Assembly is dissolved or where its term is due

to expire within less than three months, the election of the President shall

take place within thirty days following the first meeting of the new

Assembly. During that period the President in office shall continue in

power.

Article 73

Emoluments and Establishment of the

President of the Republic

The emoluments of the President of the Republic and the amount

required for his establishment shall be fixed by law.

Article 74

Disability, Resignation, Death

1. In case of death, resignation, or permanent disability of the

President of the Republic, the National Assembly shall meet within thirty

days to elect a new President of the Republic.

2. Until the election provided for in the preceding paragraph has

taken place and in cases when the powers of the President in office have

been suspended under Article 76, as well as in all cases of temporary

disability, the functions of the President shall be temporarily exercised

with full legal effect by the President of the National Assembly, or, in his

absence, by the most senior Vice-President.

3. In case of resignation, the President of the Republic shall give

written notice thereof to the National Assembly.

Article 75

Powers and Duties

The President of the Republic shall exercise the functions

conferred upon him by the Constitution and by law, in the legislative,

executive and judicial fields. In addition, he shall:

a) authorize the presentation to the National Assembly of draft

legislation originating with the Government;

b) address messages to the National Assembly;

c) grant pardon and commute sentences;

d) accredit and receive diplomatic agents;

e) ratify international treaties, after previous authorization from the

National Assembly, where required;

f) be the commander-in-chief of the Armed Forces;

g) declare a state of war after authorization from the National

Assembly in accordance with Article 68;

h) confer State honours.

Article 76

Responsibility

1. The President 0£ the Republic shall not be responsible for acts

performed in the exercise of his functions, except for crimes of high

treason or attempts against the constitutional order, as provided by law.

2. The responsibility for acts of the President shall rest with the Prime

Minister and the competent Ministers who subscribe to them.

3. In case of high treason or attempts against the constitutional order,

the President of the Republic shall be impeached by a decision of the

National Assembly taken on the motion of at least one fifth of its members

and approved by secret ballot by a majority of two thirds of the deputies;

he shall be tried by the Supreme Court constituted as the High Court of

Justice.

4. Except in the cases mentioned in the preceding paragraph, the

President of the Republic shall not be tried for any penal offence except

when the Assembly gives its authorization, approved by secret ballot by a

majority of two thirds of the deputies.

5. An approval of impeachment for high treason or for an attempt

against the constitutional order or an authorization to institute criminal

proceedings for any other offence shall entail the automatic suspension of

the powers of the President.

TITLE III

The Government

SECTION I

Organization of the Government

Article 77

Executive Power

The executive power shall be vested in the Government.

Article 78

The Government

1. The Government shall be composed of the Prime Minister and the

Ministers.

2. The meeting of the Prime Minister and the Ministers shall

constitute the Council of Ministers.

3. The Prime Minister shall be appointed and dismissed by the

President of the Republic.

4. The Ministers shall be appointed and dismissed by the President of

the Republic on the proposal of the Prime Minister .

5. Before assuming their functions, the Prime Minister and the

Ministers shall take the following oath of loyalty to the State before the

President of the Republic: «In the name of God I swear that I will

discharge faithfully my duties in the interest of the people and will abide

by the Constitution and the laws.«

Article 79

Under-Secretaries of State

1. The Ministers may be assisted by Under-Secretaries of State who

shall be appointed and dismissed by the President of the Republic, on the

proposal of the Prime Minister, having heard the Council of Ministers.

2. The Under-Secretaries shall assist the Ministers and exercise the

functions delegated to them.

3. Before assuming their functions, the Under-Secretaries shall take

the following oath of loyalty to the State before the Prime Minister: «In the

name of God I swear that I will discharge

faithfully my duties in the interest of the people and will abide by the

Constitution and the laws.”

Article 80

Qualifications for Appointment of Ministers

and Under-Secretaries

1. Any citizen possessing the qualifications required for election as a

deputy may be appointed as Minister or Under-Secretary.

2. A Minister or Under-Secretary, during his period in office, shall

not exercise any other public functions, except the exercise of the right to

vote and of the functions as deputy in the National Assembly, nor shall he

engage in professional, commercial, industrial or financial activities. He

shall not directly or indirectly obtain the lease of, or purchase property

belonging to the State or to public bodies, except for premises to be used

as his personal residence. He shall not, furthermore, sell or lease his own

property to the State or to public bodies, or participate in a personal

capacity in State enterprises or in enterprises controlled by the State.

Article 81

Presidency of the Council of Ministers and Ministries

1. The functions of the Presidency of the Council of Ministers as well

as the number and the functions of the Ministries shall be established by

law.

2. The organization of the Presidency of the Council of Ministers, of

the Ministries and of subordinate offices shall be laid down in regulations

issued by decree of the President of the Republic.

Article 82

Confidence of the National Assembly

1. The Government shall obtain the confidence of the National

Assembly within thirty days of its formation. The Government shall

present itself to the Assembly and request its confidence. Subsequently,

the Government may ask the Assembly to express its confidence at any

time.

2. The National Assembly shall express its confidence or noconfidence

by means of a motion, stating the grounds thereof, approved by

a simple majority in open vote.

3. A motion of no-confidence, stating the grounds thereof, may also

be proposed at any time, by at least ten deputies, and shall be examined

not earlier than five days after its presentation. In order to be carried, it

shall require an absolute majority in open vote.

4. Upon a vote of no-confidence by the Assembly, all the members of

the Government shall resign.

5. The resigning Government shall continue in office for the purpose

of carrying out routine duties until the appointment of the new

Government.

SECTION II

Activities of the Government and Subordinate Organs

Article 83

Powers and Responsibilities of the Prime Minister

and the Ministers

1. The Prime Minister shall direct the general policy of the

Government and shall be responsible therefor. He shall maintain

the unity of the Government's policy by co-ordinating and promoting

the activities of the Ministers.

2. The Ministers shall direct the affairs within the competence of their

Ministries and shall be individually responsible therefor.

3. The Prime Minister and the Ministers shall be jointly res- ponsible

for the acts of the Council of Ministers.

Article 84

Penal Responsibility of the Prime Minister and the Ministries

1. The Prime Minister and the Ministers are responsible for offences

committed in the exercise of their functions.

2. In respect of such offences, the Prime Minister and the Ministers

shall be impeached on a decision of the National Assembly taken on the

motion of at least one fifth of its members and approved by secret ballot

by a majority of two thirds of the deputies; they shall be tried by the

Supreme Court constituted as the High Court of Justice.

3. Except as provided in the preceding paragraph, no criminal

proceedings shall be instituted against the Prime Minister or the Ministers,

except by authorization of the Assembly, approved by secret ballot by a

majority of two thirds of the deputies.

4. The Prime Minister or a Minister committed for trial before the

High Court of Justice shall be automatically suspended from exercising his

functions.

Article 85

Power to Issue Regulations

Regulations shall he issued by decree of the President of the

Republic on proposals approved by the Council of Ministers.

The power to issue regulations on specific matters may be given by law to

other organs 0£ the State and to public bodies.

Article 86

Administrative Decentralization

Whenever possible, administrative functions shall be decentralized

and performed by the local organs of the State and by public bodies.

Article 87

Appointment of High Officials

High officials and commanders o£ the military forces specified by

law shall be appointed by the President 0£ the Republic, on the proposal of

the competent Minister approved by the Council of Ministers.

Article 88

Civil Servants and Public Employees

1. Civil servants and public employees shall exercise their functions

in accordance with the law and solely in the public interest.

2. Civil servants and public employees may not be leaders of political

parties.

3. The categories of civil servants and public employees who shall

not belong to political parties or engage in other activities incompatible

with their functions shall be established by law.

4. Any civil servant or public employee who is on leave for any

reason shall not be promoted except on grounds of seniority.

5. The status of civil servants shall be established by law.

6. Appointments to the permanent establishment of the civil service

shall be made only after a public competitive examination, except in the

cases provided by law.

Article 89

Civil Service Commission

1. A Civil Service Commission shall be established by a law which

shall provide for its composition and powers.

2. The law establishing the Civil Service Commission shall guarantee

the independence of its functions.

SECTION III

Auxiliary Bodies

Article 90

Magistrate of Accounts

1. The Magistrate of Accounts shall exercise a prior control over the

legality of Government acts involving financial obligations and a postaudit

on the State budget.

2. The Magistrate of Accounts shall participate, in the manner

specified by law, in the control over the financial management

of agencies to which the State makes a regular contribution, and of

agencies to which the State makes a substantial contribution as an

extraordinary measure.

3. He shall report to the National Assembly on the results of his audit.

4. The law shall regulate the organization of this organ and guarantee

the independence of its functions; it shall ensure that the organs and

agencies subject to audit have the right to be heard in any judicial

proceeding connected therewith.

Article 91

National Economic and Labour Council

The National Economic and Labour Council shall be composed, in

the manner prescribed by law, of experts and representatives of categories

of producers of national wealth in proportion to their numerical strength

and economic importance.

It shall be an advisory body to the National Assembly and to the

Government in respect of matters and functions assigned to it by law.

TITLE IV

The Judiciary

Article 92

Judicial Power

The judicial power shall be vested in the Judiciary.

Article 93

Independence of the Judiciary

The Judiciary shall be independent of the executive and legislative

powers.

Article 94

Supreme Court

1. The Supreme Court shall be the highest judicial organ of the

Republic. It shall have jurisdiction over the whole territory of the STate in

civil, criminal, administrative and accounting matters, and in any other

matter specified by the Constitution and by law.

2. The organization of the Supreme Court and of the other judicial

organs shall be established by law.

Article 95

Unity of the Judiciary

1. No extraordinary or special courts shall be established.

2. There may only be established, as part of the ordinary courts,

specialized sections for specific matters, with the participation, where

necessary, of citizens who are experts, from outside the Judiciary.

3. The jurisdiction of Military Tribunals in time of war shall be

established by law. In time of peace, they shall have jurisdiction

diction only in respect of military offences committed by members of the

Armed Forces.[Note: As amended by Law No.6 of 30 January 1963.]

4. The people shall participate directly in assize proceedings, in the

manner prescribed by law.

Article 96

Judicial Guarantees

1. In the exercise of their judicial functions, the members of the

Judiciary shall be subject only to law.

2. The rules concerning the legal status and the appointments of

members of the Judiciary shall be established by law.

3. Members of the Judiciary shall not be removed or transferred

except in the cases specified by law.

4. Members of the Judiciary shall not hold offices, perform services

or engage in activities incompatible with their functions.

5. Administrative and disciplinary measures relating to members of

the Judiciary shall be adopted, as provided by law, by decree of the

President of the Republic, on the proposal of the Minister of Grace and

Justice, having heard the Higher Judicial Council.

Article 97

Judicial Procedure

1. Judicial proceedings shall be public; the court may decide,

however, for reasons of morals, hygiene or public order, that the

proceedings be held in camera.

2. No judicial decision shall be taken unless all the parties have had

on opportunity of presenting their case.

3. All judicial decisions and all measures concerning personal liberty

shall state the grounds therefor, and shall be subject to appeal in

accordance with law.

4. The Police and Armed Forces shall be directly available to the

judicial organs for the performance of acts pertaining to their functions.

PART V

CONSTITUTIONAL GUARANTEES

Title I

Review of the Constitutionality of Laws

Article 98

Constitutionality of Laws

1. Laws and provisions having the force of law shall conform to the

Constitution and to the general principles of Islam.

2. In the course of a judicial proceeding, the question of the

constitutionality of a law or a provision having the force of law may be

raised, as to the form or substance, by means of a petition of the party

concerned or of the Office of the Attorney General, or by the court on its

own motion, where the decision depends, even though partially, on the

application of the law or provision being challenged.

3. Where a petition is presented by the party concerned or by the

Office of the Attorney General while the case is pending before a court of

first or second instance, the court, where it finds the petition not manifestly

unfounded, shall suspend judgment and refer the matter to the Supreme

Court for a decision, which shall be binding upon the former court.

4. Where a petition is presented while the case is pending before the

Supreme Court, the Supreme Court, where it finds the petition not

manifestly unfounded, shall suspend judgment and proceed according to

5. The same procedure shall apply where the question 0£

constitutionality is raised by a court 0£ first or second instance, or bv the

Supreme Court, on their own motion.

Article 99

Constitutional Court

1. A question of constitutionality shall be decided by the Supreme

Court constituted as the Constitutional. Court, with the addition of two

members appointed for a period of three years by the President of the

Republic, on the proposal of the Council of Ministers and two members,

elected for the same period by the National Assembly by an absolute

majority.

2. The qualifications of the additional members shall be prescribed by

law.

Article 100

Judgment

A decision of the Supreme Court declaring that a. law or a

provision having the force 'of law is unconstitutional shall be

communicated by the Court to the" President of the Republic,

the President of the National Assembly and the Prime Minister, and shall

be published in the manner prescribed for the publication of laws.

TITLE II

Criminal Proceedings Against the President of the Republic

and the Members of the Government

Article 101

Impeachment

1. The articles of impeachment approved by the National Assembly

under Article 76 or Article 84, shall specify the acts alleged to have been

committed by the President of the Republic or any member of the

Government and their accomplices, if any.

2. The National Assembly shall appoint, from among its members, or

from outside, one or three Prosecuting Commissioners who shall act as

Public Prosecutor in proceedings before the Supreme Court constituted as

the High Court of Justice.

Article 102

High Court of Justice

The Supreme Court constituted as the High Court of Justice shall

conduct the trials with six additional members, drawn by lot by the

President of the Court at a public hearing from a special list of twelve

citizens qualified for election as deputies. The twelve citizens shall be

elected by the National Assembly at the beginning of each term from

among persons who are not members of the Assembly.

Article 103

Organization

1. The provisions governing proceedings before the Supreme Court

constituted as the Constitutional Court or the High Court of Justice shall

be laid down by law.

2. The Court shall establish its own rules of court for the hearings.

TITLE III

Amendments to the Constitution

Article 104

Amendments and Additions to the Constitution

Amendments or additions to the provisions of the Constitution

shall be decided by the National Assembly on the proposal of at least one

fifth of its members, or of the Government, or of 10,000 voters, by two

successive ballots held at an interval of not less than three months,

approval thereof requiring an absolute majority of the deputies on the first

ballot and a two third majority on the second ballot.

Article 105

Limits on Amendments to the Constitution

The Constitution shall not be amended under the terms of the

preceding article for the purpose of modifying the republican and

democratic form of government or for restricting the fundamental rights

and freedoms 0£ the citizen and of man guaranteed by the Constitution.

TRANSITIONAL AND FINAL PROVISIONS

I

Transitional Exercise of Powers

1. Until the appointment of the Provisional President of the Republic,

which shall take place not later than 1 July 1960, the powers and functions

vested by the Constitution in the President of the Republic shall be

exercised by the President of the Legislative Assembly acting as

Provisional President of the Republic, with the exception of the power

specified in paragraph 1 of Article 53.

He shall promulgate this Constitution.

2. Immediately after signing the Act of Union of the two Somali

Territories (Somalia and SomaliIand), the new National Assembly shall

elect, in the manner specified in paragraph 2 of Article 70, a Provisional

President of the Republic, who shall remain in office until the election of

the first President or of the other Provisional President provided for in

paragraph 1 of provision No. IV.

II

Provisional President

The Provisional President shall exercise all the powers vested by

the Constitution in the President of the Republic, with the exception of the

power specified in Article 53, and shall, by decree, fix the date of the

referendum provided for in the following provisions.

III

Entry into Force of the Constitution and Referendum

1. This Constitution shall provisionally come into force on 1 July

1960 and shall, within one year of such date, be submitted to a popular

referendum in which all the voters shall be called upon to participate.

2. All voters shall have the right to express their approval or

disapproval of the Constitution in a free, direct and secret manner and in

accordance with a special law to be issued on the referendum.

3. The regularity of the referendum operations shall be confirmed by

the Supreme Court, which shall decide on this matter not less than ten nor

more than thirty days after the closure of the voting. The Supreme Court

shall also decide on any complaint or appeal which may be presented, and

such decision shall be final.

On giving the confirmation order, the Court shall also proclaim the

results of the referendum,

4. In case of non-confirmation, a new referendum shall be held within

three months of the date of the Court's decision.

IV

Results of the Referendum

1. If the results of the referendum are contrary to the adoption of this

Constitution, the National Assembly shall, within fifteen days of the

proclamation of the results by the Supreme Court, elect a new Provisional

President of the Republic and declare the previous one to be no longer in

office; the Constituent Assembly shall thereupon provide for the adoption

of a new Constitution, which shall be submitted; to a referendum within

six months following the appointment of the new provisional President.

2. If the results of the referendum are favourable, this Constitution

shall be considered final and, within fifteen days, the National Assembly

shall elect the President of the Republic in accordance with this

Constitution.

V

Final Provision

1. Until the proclamation of the result of the referendum, the text of

the Constitution shall be posted at town halls and at the offices of the

District Commissioners of the Republic so that every citizen may become

acquainted with it.

2. The Constitution shall be faithfully observed as the fundamental

law of the Republic by all the organs of the State and by all persons under

its sovereignty.

The Constitution, embossed with the State’s seal, shall be included

in the Official Compilation of laws and Decrees of the Somali Republic.

Mogadishu, 1 July 1960.

ADEN ABDULLA OSMAN

President of the Legislative Assembly

ABDULLAHI ISSA MOHAMUD

Prime Minister

MOHAMED SCEK GABIOU

Minister for the Constitution

SCEK MOHAMUD MOHAMED FARAH

Minister of Grace and Justice